Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie seleziona "leggi". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie

20 / 27 luglio 2019 | TURCHIA DELL'EST Dalle rive del Mar Nero a Diyarbakir

 

 

da € 1.360,00 (min. 15 pax)
da € 1.440,00 (min. 10 pax)

 

 

per prenotazioni contattate Mittelnet:

040 9896112 / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

1° Giorno: VENEZIA – ISTANBUL - TRABZON (su richiesta, possibilità di Transfer da Trieste)
Riunione dei Sigg. Partecipanti presso l’aeroporto di Venezia/Tessera per le operazioni di imbarco sul volo Turkish Airlines per Istanbul. Coincidenza con volo domestico per Trebisonda. All’arrivo incontro con la guida e trasferimento in albergo per la sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento.

2° Giorno: TRABZON - ARTVIN
Pensione completa. Visita di Trabzon (Trebisonda): la splendida moschea Fatih Camii, ricavata dall’antica cattedrale bizantina Panagia Crusocephalos, la moschea ed il mausoleo di Gulbahar Khatun, la grande basilica di S. Sofia del XIII, che conserva mirabili affreschi. Escursione al monastero della Vergine Nera di Sumela, antico e isolato complesso monastico greco-bizantino fondato nel IV sec., raggiungibile a piedi percorrendo un sentiero che si snoda in mezzo ai boschi. Costeggiando il Mar Nero proseguimento in direzione della frontiera con la Georgia, passando per Rize, la capitale del tè, i paesi costieri abitati dai Lasi, antico popolo di lingua georgiana, e Hopa, il piccolo porto più orientale della Turchia. Quindi attraversando le montagne del Ponto, arrivo ad Artvin, situata in un grandioso scenario naturale. Sistemazione in albergo. Cena e pernottamento

3° Giorno: ARTVIN - ARDANUC - SAVSAT - KARS
Pensione completa. Al mattino visita alle rovine della fortezza di Artvin. Al termine partenza per la cittadella di Ardanuc, e dopo una breve sosta presso il castello, proseguimento lungo la valle dell’Imerhevi per il villaggio di Savsat. Visita al monastero di Opiza, costruito da monaci georgiani nel sec. VIII. Continuazione per Kars, città che per secoli fu teatro di aspri combattimenti, perennemente contesa tra Armeni, Bizantini, Selgiuchidi, Georgiani Turchi e Russi. Sorge in una zona di grande interesse ambientale, per la bellezza selvaggia ed incontaminata del paesaggio. Si visitano il museo locale, con reperti di varie epoche dal periodo urartaico all’epoca selgiuchide; la poderosa cittadella, a doppia cerchia di mura, fondata dagli Armeni; il Tas Kopru, ponte di pietra nera del XV sec., dall’imponente struttura architettonica; la chiesa dei SS. Apostoli (930-937), oggi museo, interessante esempio di chiesa armena a pianta centrale. Ultimamente Kars è tornata alla ribalta come la città ove si svolge la storia del libro Neve del premio Nobel per la letteratura, Orhan Pamuk. Sistemazione in albergo a Kars. Cena e pernottamento.

4° Giorno: KARS - ANI - IGDIR - DOGUBAYAZID
Pensione completa. Escursione ad Ani, antica città abbandonata a pochi passi dalla frontiera armena, le cui rovine dispiegano tutta la loro decadente spettacolarità su un piatto sperone roccioso. La città conobbe il massimo splendore negli anni 1000, come capitale degli armeni Bagratidi e sede patriarcale, con 100.000 abitanti. Questa città fantasma si è meritata la fama di “città dalle 1000 chiese e museo all’aria aperta dell’arte armena”. Il Cristianesimo armeno seppe fondere in un linguaggio artistico unitario i diversi influssi della cultura persiana, siriaca, greca ed ebraica, con cui si trovò a contatto. Entro la poderosa cinta muraria sono i resti della cittadella (fine sec. X) e delle splendide chiese: la Cattedrale della fine del sec. X. ha la pianta a croce, inscritta in un rettangolo, è la meglio conservata; la Chiesa del Redentore, ultimata nel 1036, con cupola su altro tamburo e tracce di pittura; S. Gregorio d’Abugamrentz del sec. X, piccolo santuario a pianta dodecagonale - tipico esempio d’architettura armena; S. Gregorio di Honentz, grande basilica a pianta rotonda, con resti rilevanti della magnifica decorazione scultorea e pittorica, fatta costruire da re Gagik I nel 1001. Rientro a Kars e partenza in direzione di Tuzluca, fino all’oasi di Igdir; quindi attraversando i paesaggi della taiga anatolica, arrivo ai piedi dei contrafforti occidentali di Monte Ararat. Superato il valico di Cilli Gecidi, uno scenario lavico, aspro e suggestivo, arrivo a Dogubayazid, la città turca più orientale, in prossimità del confine con l’Iran. Sistemazione in albergo. Cena e pernottamento.

5° Giorno: DOGUBAYAZID - VAN
Pensione completa. Al mattino visita dell’Ishak Pasa Sarayi, fortezza curda del sec. XVIII che da 2200 metri troneggia sull’altopiano sottostante. Più che una fortezza era una sfarzosa dimora, di un fascino misterioso, costruita dal capo curdo Ishak Pasa in una curiosa amalgama di elementi stilistici armeni, georgiani, persiani e selgiuchidi. Partenza per Van, l’antica Tuspa, fondata dalla regina Semiramide nel 812 a.C. Visita alla cittadella (magnifica vista sul lago Van), eretta dai re Urartu come baluardo contro i bellicosi Assiri, e mantenuta in funzione dai successivi dominatori, e al museo archeologico. Sistemazione in albergo a Van. Cena e pernottamento.

6° Giorno: VAN - escursione a CAVUSTEPE, HOSAP e AKDAMAR
Pensione completa. Escursione nella regione attorno al Lago Van per la visita a due suggestivi castelli situati lungo la strada che da Van porta a Tabriz, seguendo il corso del fiume Guzelsu: l’antica città fortificata urartea di Cavustepe, composta da due nuclei in cui sono visibili i resti di un palazzo reale e di un tempio del VIII sec. a.C. e belle epigrafi in caratteri cuneiformi; quindi la fiabesca fortezza curda di Hosap, costruita nel 1643, che si erge su uno sperone roccioso a dominare la vallata del Guzelsu. Comprende una vasta cerchia avanzata di mura merlate dotate di poderosi torrioni cilindrici che racchiude il bastione interno. Molto bello il maestoso portale d’ingresso, finemente decorato con iscrizioni in lingua farsi. Escursione all’isola di Akdamar al largo della città di Gevas. Dei sontuosi palazzi e chiese eretti nel sec. X, quando l’isola fu scelta come capitale degli Ardzruni e come sede patriarcale armena, non resta più traccia tranne la chiesa palatina della Santa Croce del sec. X. E’ uno dei più pregevoli esemplari di arte armena, ornata esteriormente di sculture e bassorilievi raffigurando storie della Genesi. Rientro a Van per la cena e il pernottamento.

7° Giorno: VAN - DIYARBAKIR
Pensione completa. Partenza percorrendo la strada costiera lungo la sponda meridionale del lago Van, nei dintorni del quale si possono scoprire, disseminate in posti impervi, suggestive chiesette armene e resti di monasteri. Il lago è situato ad un’altitudine di 1720 metri con una superficie grande dieci volte quella del lago di Garda. Formatosi in un bacino sprovvisto di emissario, è altamente salato e completamente privo di vita, ad eccezione delle zone intorno agli immissari che sono ricche di pesce. Dopo aver superato Bitlis, in fondo ad una stretta gola, e Silvan, piccola capitale del tabacco, si arriva a Diyarbakir, la città dei kurdi. Ricca di storia, Diyarbakir fu conquistata successivamente da Urriti, Ittiti, Assiri, Medi, Persiani, Seleucidi, Sassanidi, Bizantini, Arabi, Mongoli, Turcomanni, Ottomani. La città è abbracciata dalla colossale cinta muraria in basalto nerastro, costruita dall’imperatore Costanzo nel sec. IV, d’incredibile rigore geometrico. Suscita ammirazione per il susseguirsi di bastioni, torri, porte lavorate, lunga Km. 5,5 ha 72 torri. Fra i monumenti interessanti: la Ulu Camii del secolo XII. L’interno con l’aspetto più di basilica che di moschea, ci ricorda che con ogni probabilità che qui sorgeva l’antica chiesa di San Tommaso del V sec. Nel 770 questo luogo di preghiera era diviso tra cristiani e musulmani. Visita della chiesa giacobita della Vergine (Meyren Ana Kilesi) nel settore ovest della città. Imponente il ponte sul Tigri a dieci arcate, del sec. VI. Sosta al bazar ricco di colore locale. Sistemazione in albergo a Diyarbakir. Cena e pernottamento.

8° Giorno: DIYARBAKIR - ISTANBUL - VENEZIA (su richiesta, possibilità di Transfer a Trieste)
Prima colazione. Breve tempo a diposizione per il completamento delle visite o per acquisti di souvenir. In tempo utile trasferimento in aeroporto e operazioni di imbarco sul volo in partenza per Venezia, via Istanbul. Arrivo a Venezia nel tardo pomeriggio e rientro nelle rispettive località di origine del viaggio.

 

LA QUOTA DI PARTECIPAZIONE DI

€ 1.360,00 (min. 15 pax)
€ 1.440,00 (min. 10 pax)

COMPRENDE:

• Viaggio aereo con voli di linea Venezia/Istanbul/Trabzon – Diyarbakir/Istanbul/Venezia, in classe turistica;
• Sistemazione in hotel 4/5 stelle in camere a due letti con bagno e servizi privati;
• Trattamento di pensione completa, come da programma, dalla cena del primo giorno alla prima colazione dell’ultimo giorno di viaggio, inclusa 1/2 acqua minerale naturale ai pasti;
• Visite ed escursioni con pullman riservato e guida parlante italiano come da programma;
• Ingressi inclusi come da programma;
• Assicurazione sanitaria e bagaglio AXA Assistance;
• Borsa da viaggio e materiale illustrativo.

LA QUOTA NON COMPRENDE:
• Tasse aeroportuali € 188,00 (alla data del 02.05.2019);
• Mance, bevande a tavola, extra personali e quanto non espressamente indicato in programma;
• Supplemento camera singola € 290,00;
• Quota di iscrizione € 40,00 (obbligatoria e include l'assicurazione contro i rischi di annullamento);
• Il trasferimento per/da l’aeroporto di Venezia (il costo verrà suddiviso in base al numero dei partecipanti, indicativamente euro 50/70).


NOTE:
• La quota di partecipazione è stata calcolata sulla base dei minimi indicati ed in base alle tariffe aeree alla data del preventivo. Se al momento dell’effettuazione del viaggio si verificassero delle sensibili differenze, la quota potrà essere modificata in proporzione.
• Per l'effettuazione del viaggio è sufficiente la carta di identità valida per l'espatrio, oppure il passaporto, in corso di validità. Ricordiamo che dalla data del 24/6/2014 non è più necessario apporre la marca amministrativa sul passaporto.
• Al momento dell’iscrizione al viaggio è fondamentale comunicare il proprio nome e cognome (da nubile per le Signore) così come risulta sul documento utilizzato per l’espatrio). Nessuna responsabilità verrà attribuita all’Agenzia organizzatrice in caso di impossibilità ad effettuare il viaggio per errati o incompleti dati anagrafici, e le eventuali spese sostenute per le modifiche necessarie saranno attribuite al passeggero. Si prega inoltre i partecipanti di consegnare una fotocopia del documento all'atto dell'iscrizione;
• Si rende inoltre noto che le visite potranno subire delle variazioni indipendenti dalla volontà dell’Agenzia Organizzatrice, mantenendo comunque invariate la tipologia e la qualità previste.

PRENOTAZIONE PRESSO: MITTELNET AGENZIA VIAGGI 

 

Organizzazione tecnica: IOT Viaggi Srl Gorizia - SCIA inviata al Comune di Gorizia in data 28/12/2015. Copertura Ass/va Unipol Assicurazioni Polizza RC n. 100133000 - Rischio insolvenza T.O. e/o A.d.V. Filo Diretto Protection Polizza n. 6006001942/S - Condizioni di partecipazione consultabili sul ns. sito internet www.iot.it

 

 

 

 

NOTA BENE All'atto della prenotazione è possibile stipulare una polizza contro l'annullamento del viaggio – non sarà possibile emetterla successivamente alla conferma.Inoltre, vi preghiamo di avvisarci tempestivamente di allergie e/o intolleranze alimentari.

PENALITA’ IN CASO DI ANNULLAMENTO DA PARTE DEL CLIENTE : Richiedete le condizioni e termini di viaggio.

 

 

Data di pubblicazione: 15 maggio 2019

 

 

Organizzazione tecnica: IOT VIAGGI Srl Gorizia; Prenotazioni: Mittelnet Sas di Giorgini S. & Co.Aut. n. 2497/Tur dd. 24/08/05 Regione Fvg - Polizza R.C Europ Assistance n. 21486 ai sensi art. 49 L.R. 02/02  Comunicazione ai sensi dell'art 16 della legge 269/98. Polizza assicurativa  ex art. 50, 2° comma del decreto legislativo 23 maggio 2011, n. 79 (Codice del Turismo): Assicurazione FILO DIRETTO ASSICURAZIONI S.p.A: nr. 5002002211/l. La legge italiana punisce con la pena della reclusione i reati inerenti alla prostituzione e alla pornografia minorile anche se gli stessi sono commessi all'estero..

Mittelnet Sas  di Giorgini S. & Co. - via San Giorgio 7A – 34123 - Trieste
 Tel 040/9896112 – Fax 040/4606996
Partita Iva e Codice Fiscale 01076920329 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   -  www.mittelnet.com

Viaggi Mittelnet

Viaggi ideati da noi, con accompagnatore Mittelnet e a prezzo finito
(comprese tasse di soggiorno, aeroportuali, visti)

 

 

Viaggi selezionati con accompagnatore